ponadieu

Nel territorio del comune di Saint-Vallier...
La formazione del Ponte di Ponadieu deriva dal deposito calcareo (tufo) di una sorgente scomparsa. Il tufo è una roccia leggera (utilizzata nell’edilizia) nella quale si trovano tracce di vegetali.

Caratteristica dell’escursione:
Tipo: a piedi
Difficoltà: escursione facile
Comune: Saint-Vallier-de-Thiey
Dislivello: +200 metri / -200 metri
Durata: 2 ore e 30
Periodo consigliato: da aprile a dicembre
Cartografia specifica: “Haute Siagne” TOP 25 n° 3543 ET

Presentazione dell’escursione

Il Siagne, filo rosso di questo anello classico, fa sentire il sordo scrosciare onnipresente delle sue acque tumultuose nonostante la stazione di pompaggio situata a monte.
I Romani insediati nel Castrum Caesarii l’avranno chiamato “Sinaia” per via del rumore che faceva sbattendo contro le rocce e proiettando la sua schiuma bianca?
Talvolta formando splendidi banchi, talaltra estendosi in tranquille conche naturali dalle acque trasparenti, le sue acque si aprono forzatamente uno spettacolare varco sotto l’arco naturale del ponte Ponadieu; sono due le possibili origini etimologiche di questo bel toponimo: “lou pont natiou”, ossia ponte naturale la cui formazione deriva dal deposito calcareo (tufo) di una sorgente oggi scomparsa e “lou pont à Diou”, così chiamato come tributo alla mano divina che seppe plasmarlo con così tanta arte. 

Itinerario

Dal parcheggio del Calvaire (715 m - palina 81), scendere per un sentiero piuttosto ripido e sassoso per incrociare presto il sentiero GR510 (palina 80), che collega Saint-Cézaire-sur-Siagne a Escragnolles. Seguire poi lungo il vallone della Combe la parte sporgente sopra il fiume fra lecci che permettono di sostare un po’ all'ombra e piombare a quest’altezza a sinistra lasciando a destra diversi passaggi che portano a ripari e terrazzi al di sopra del Siagne; dopo una breve discesa, si raggiunge il ponte naturale di Ponadieu che attraversa il fiume (521 m).   

Attenzione! Numerosi viottoli frequentati da pescatori o cacciatori si sviluppano lungo le sponde del Siagne. Essi non sono segnalati e il loro percorso può risultare pericoloso (rischio di cadute o scivolate). Ritorno per lo stesso itinerario fino alla palina 80; prendere allora a sinistra (Nord est) il tracciato GR 510 che costeggia più o meno il canale del Siagne fino alla palina 82. Raggiungere il punto di partenza prendendo a destra (sud) la stradina che risale dalle sorgenti del Siagne.

 

Fonte: randoxygene.departement06.fr


www.randoxygene.departement06.fr

S'y rendre :

All'uscita nord del villaggio di Saint Vallier, all'altezza del grande prato, si svolta a sinistra su una stradina asfaltata che porta alla cappella di Saint-Jean; dopo 3,5 km parcheggiare presso un lago artificiale.


Nature, Randonnée pédestre
Carte / Géolocalisation

43.700179282597, 6.8487429435046

Thématique Experientielle
Accessible PMR
Désactivé